sabato 19 ottobre 2013

LIQUORE ALLE MORE SELVATICHE

Eccolo, oggi finalmente l’ho assaggiato!! : D

Un liquore delicato, piacevole e allo stesso tempo inebriante. Bisogna aver pazienza prima di poterlo sorseggiare perché ha bisogno di tempo. Deve riposare. Dopo aver raccolto pazientemente le more sotto il caldo d’agosto bisogna prima mettere i frutti a macerare per quaranta giorni nell’alcol e poi preparare lo sciroppo con zucchero e acqua da unire al alcol. Deve riposare ancora, almeno due mesi (oggi ne è passato solo uno… si ma io non ho resistito, dovevo assaggiare). Quando avrà riposato abbastanza sarà pronto per essere servito freddo durante il dopo pasto, come digestivo, o usato come bagna per aromatizzare le torte. Allora sentirete tutto il sapore e il calore dell’estate… e se tendete bene l’orecchio anche le cicale che cantano, come il giorno in cui le ho raccolte. Questo è il segno che ne avete bevuto un po’ troppo. Meglio consumarlo con moderazione.


Il mio liquore deve ancora riposare un'altro mese prima di essere pronto... io, intanto, sto già pensando ai regalini homemade per Natale. Che ne dite, non è perfetta questa bottiglia?



Qui trovate un pò un mini tutorial fotografico per realizzarla. Bastano pochi elementi: vecchie bottiglie, vecchi smalti per unghie, pennelli sottili o stuzzicadenti, una mano ferma e .. tanta pazienza. Ne vale la pena, però! 

Ingredienti


500 gr di more selvatiche
4/500 ml di acqua
300 gr di zucchero
1 stecca di cannella
2 chiodi di garofano
2 bacche di ginepro
1 l. di alcol puro 95°

Preparazione

Lavate delicatamente le more e pulitele con cura. Lasciate a sgocciolare in un colapasta. Mettete poi le more in un barattolo di vetro ben capiente. Aggiungete l’alcol insieme alla cannella, i chiodi di garofano e le bacche di ginepro. Lasciate riposare il barattolo in un luogo buio ed asciutto per 40 giorni (assicuratevi che la chiusura sia ermetica). Agitate ogni giorno. In questo modo l’alcol assorbirà gli aromi. Trascorso il tempo necessario, filtrate l’alcol ed eliminate la cannella, i chiodi di garofano e le bacche di ginepro. Raccogliete le more e l’alcol filtrate in n una boule. Preparate adesso lo sciroppo facendo bollire l’acqua e sciogliendo lo zucchero. Fate raffreddare e poi unitelo all’alcol. Mescolate bene. Il liquore (con tutte le more) è pronto per essere imbottigliato.. e per riposare ancora altri due mesi, sempre in un luogo buio ed asciutto.






PS: io ho preferito non schiacciare le more e non ridurle in purea. Le ho lasciate intere anche dopo aver imbottigliato il liquore.

PS: se preferite un liquore con una gradazione alcolica più bassa basta aumentare la quantità di acqua

Con questa ricetta partecipo al contest "Idee gustose per un regalo" di Ideeintavola




6 commenti:

  1. Io ho sentito lo stesso le cicale cantare anche se non ho bevuto il liquore!Merito di un post ben scritto?
    Brava e mi piace pure l'idea dello smalto sulla bottilgia!
    Buona domenica
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monica!! Bel complimento... un bacio

      Elimina
  2. Ciao!!!
    A questi link trovi la tua ricetta e confezione:
    http://ideeintavola.wordpress.com/idee-gustose-per-un-regalo-il-1-contest-di-ideeintavola/partecipanti-categoria-a-cucino-e-regalo/

    http://ideeintavola.wordpress.com/idee-gustose-per-un-regalo-il-1-contest-di-ideeintavola/partecipanti-categoria-b-cucino-e-impacchetto/

    Grazie ancora e in bocca a lupo!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te... e crepi il lupoooo!!!

      Elimina
  3. che bella ricetta! accidenti non le more selvatiche...con cosa posso sostituirle? (http://www.giuliamaria.it/)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giusi, si è venuto buonissimo... potresti sostituirle con le fragole, le fragoline di bosco o le ciliegie... :-)

      Elimina