lunedì 18 febbraio 2013

ESTONIAN KRINGEL... e chi resiste??


Questo dolce lo avevo preparato a dicembre tra i preparativi delle feste natalizie e me ne sono subito innamorata! L’avevo visto qua e là in qualche blog, non solo italiano, e mi incuriosiva parecchio. Non ho resistito e l’ho provato… non vi so spiegare quanto mi sono divertita nonostante sia comunque laborioso e delicato tutto il procedimento. Vale la pena provare già solo per il profumo che si sprigiona in cucina. La morbidezza, le sue pieghe e il gusto, infine, vi faranno pensare a tante altre varianti con cui vorrete riproporlo… io sto pensando alla crema di cioccolato! 
Perfetto a colazione, appena riscaldato, o per merenda ma anche per il tè con le amiche, il successo è assicurato!

Ingredienti per l'impasto: 
200 gr farina OO
100 gr manitoba Molino Chiavazza
120 ml latte tiepido
30 gr burro fuso
15 gr lievito di birra
1 tuorlo d'uovo
1 cucchiaio di zucchero
1/2 cucchiaino di sale (Gemma di Mare)

Per la farcia:
50 gr burro temparatura ambiente
5 cucchiai zucchero di canna
3 cucchiaini cannella in polvere
Preparazione

Mischiate il lievito con lo zucchero sciogliendolo nel latte tiepido e fatelo riposare per una decina di minuti. Aggiungete adesso il resto degli ingredienti uno alla volta: la farina, il sale, il burro fuso e, infine, il tuorlo. Impastate fino ad ottenere una impasto omogeneo e liscio. Mettete l'impasto in una ciotola coperta da un panno umido in un luogo abbastanza caldo e fatelo lievitare per circa due ore, fino a quando non sarà raddoppiato di volume. Spolverate il piano di lavoro di farina o, meglio ancora, stendete un foglio di carta da forno, e stendete la pasta fino ad ottenere un bel cerchio dello spessore di 1 cm. In una ciotolina lavorate la farcia amalgamando insieme burro, zucchero e cannella. Spalmate questa farcia sull’impasto aiutandovi con un pennellino. Arrotolate il disco su se stesso (aiutandovi con la carta da forno) e incidete la parte centrale per il lungo in modo  che si veda il ripieno (guardate la foto). Intrecciate i due filoni e chiudete il Kringel in forma ovale. Cospargete adesso anche la superficie con la rimanente farcia. Fate riposare per una mezz’oretta circa coperta e nel frattempo mettete scaldare il forno a 200 gradi. Fate cuocere per 35 minuti, poi abbassate  a 180 gradi e fate cuocere per altri 5/10 minuti. Lasciate raffreddare e godetevi nel frattempo il buonissimo, ma anche invitante, odore di cannella che si espande per tutta la cucina… vi farà venire l’acquolina in bocca e non vedrete l’ora di assaggiare il Kringel!! Vi assicuro che non ne rimarrà neanche una briciola ;-)















PS: qui trovate la ricetta alla quale ho fatto riferimento con la foto tutorial!                
                                          


8 commenti:

  1. O Mamma, che bontà!!!Hai fatto bene a provarlo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo, una bontà!!! Da rifare subitooo ;-)

      Elimina
  2. Mi incuriosisce e penso che sia veramente buono. Ti invito a visitare il mio nuovo blog pastaenonsolo.blogspot.it. Mi piacerebbe sti unissi ai miei lettori. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provalo Giovanna!! Certo che passo subito a trovarti :-)

      Elimina
  3. Io di certo non resisto, specie dopo aver visto la tua ricetta tesoro!! Grazie, ha un aspetto invitantissimo! Un abbraccio immenso e dolce serata :)

    RispondiElimina
  4. Che bello questo dolce!! Mi salvo la ricetta!!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  5. ciao Gioia, che deliziosa tentazione tutta da provare! buona settimana
    baci

    RispondiElimina
  6. Grazie a voi per essere passata. Vi auguro un buon week end!!

    RispondiElimina