sabato 21 gennaio 2012

CROCCANTE DI PISTACCHIO, MANDORLE E ARANCIA

Il croccante è un dolce tipico delle feste natalizie molto simile al torrone ma differisce da questo perché fatto solo con frutta secca e zucchero caramellato (senza l’aggiunta di albume né miele). Ricordo come quest’estate (ormai questo dolce non conosce stagione) ad una festa di paese ho visto lavorare un signore allo stand il suo croccante, muoveva le mani e la spatola come se stesse dirigendo un’orchestra (in effetti, come sottofondo si sentiva della musica suonare) o come se la spatola fosse una bacchetta magica e lui stesse facendo una magia e sotto voce recitasse una formula e il croccante iniziava a danzare, si muoveva, faceva delle onde, si compattava e si appiattiva … fino a restare immobile, pronto per essere assaggiato! Io sono rimasta lì a guardare, catturata da questa magia e dal buon profumo che ci aveva ammaliato!

Ecco la mia proposta del croccante di pistacchio e  mandorle che si sposa benissimo col miele d’arancia:

Ingredienti:

300 gr. di pistacchi pelati
100 gr. di mandorle pelate
300 gr. di zucchero
5 cucchiai di miele d’arancia
2 cucchiai di acqua
scorza di arancia grattugiata q. b.

Preparazione

Infornatele pistacchi e mandorle su una placca da forno a 180°  per 5 minuti circa, giusto il tempo affinché si tostino (ma attenti a non farli scurire troppo). Fate raffreddare.

Versate lo zucchero, miele, acqua e scorza d’arancia (a vostro piacere) in una pentola e fate sciogliere a fuoco lento, girandolo in continuazione con un cucchiaio di legno. Girate a fuoco dolce fino a quando il composto, ben liquido, non sarà diventato di un colore biondo. Adesso aggiungete pistacchi e mandorle. Spegnete il fuoco altrimenti rischiate che si bruci e diventi scuro e incorporate bene la frutta secca. Versate adesso immediatamente il composto in una teglia precedentemente foderata con carta da forno (la versione originale prevede un piano di marmo unto di olio) e livellate il tutto aiutandovi con il cucchiaio di legno o una spatola (ho scoperto che c’è chi lo fa con un limone, o in questo caso l’arancia, che oltre a livellare rilascia anche la fragranza del frutto). Ricoprite poi con la carta da forno e lasciate riposare  per qualche minuto. Prima che si sarà completamente raffreddato, e quindi solidificato, prendete il croccante con tutta la carta da forno, mettetelo su di un piano di lavoro e tagliatelo a barre, spesse cicra 4/5 cm, nel senso della lunghezza e poi a pezzetti più piccoli, decidete voi come meglio vi piace! Richiudeteli in carta da forno, per non far perdere la forma, e fate raffreddare del tutto. Gustatelo con un buon Passito… è un qualcosa che non si può descrivere ;-) 


PS: fate attenzione perché con il caldo il caramello tende a sciogliersi, per cui tenete il croccante in un posto molto fresco e asciutto e avvolto in carta da forno. Io ho fatto dei piccoli pacchettini da regalare (e la sorpresa gradita è subito sparita!)


4 commenti:

  1. Deliziosamente perfetto!Complimenti!

    RispondiElimina
  2. Meraviglie delle meraviglie, davvero un ottimo dolce da regalo. Grande

    RispondiElimina
  3. Adoro il croccante!!! Mandorle, pistacchi, nocciole, pinoli, persino con il sesamo lo faccio! BUONO!

    RispondiElimina
  4. Grazie!!! E' sparito in un baleno... poi io adoro il pistacchio!!! che bontà ;-)

    RispondiElimina