domenica 21 ottobre 2012

GRUYERE E PEPE... rivisitazione in chiave svizzera!


La pasta cacio e pepe è un classico della tradizione romana, un piatto povero e semplicissimo fatto solo di tre ingredienti: la pasta, rigorosamente spaghetti n. 5; il cacio, ovvero il pecorino romano e il pepe nero macinato fresco! La ricetta è legata alle esigenze dei pastori di preparare un piatto veloce e buono con i pochi ingredienti a loro disposizione…. Per il contest “La Svizzera nel piatto”, organizzato da Peperoni e Patate insieme al Consorzio Formaggi della Svizzera, ho pensato di rivisitare questa ricetta sostituendo il cacio con un formaggio svizzero: il gruyère DOP. Per la modalità di preparazione mi sono affidata all’Accademia der cacio e pepe e il risultato è stato una pasta che si è amalgamata perfettamente con la crema di gruyère sciolto e pepe che si è formata mescolando la pasta nella boule insieme all’acqua di cottura della pasta. Per una buona riuscita della ricetta, l’esecuzione deve essere rapidissima! 

Ecco la mia proposta… direi rivisitazione riuscita e pienamente approvata a tavola! ;-)

                                                OSPITI IN CUCINA

Ingredienti 

400 gr. di spaghetti
200 gr. di gruyère DOP
pepe nero
sale







Preparazione

In una boule mescolate il gruyère grattugiato e il pepe nero macinato fresco a piacere o ancora meglio pestato fresco nel mortaio. Cuocete gli spaghetti al dente in acqua salata. Non scolate la pasta (per non buttar via l’acqua di cottura) ma alzatela con l’aiuto di un forchettone e rovesciateli nella boule. Mescolate rapidamente pasta e condimento unendo un po’ dell’acqua di cottura fino ad  ottenere quasi una consistenza cremosa che amalgamerà bene il tutto. Portate subito in tavola… spolverate ancora di pepe se volete. Buon appetito!


7 commenti:

  1. Un piatto semplicissimo ma dal sapore impeccabile...complimenti

    RispondiElimina
  2. In bocca al lupo per il contest,semplici ma buonissimi i tuoi spaghetti,Brava!
    buon pomeriggio domenicale da Zagara & Cedro

    RispondiElimina
  3. Una rivisitazione fantastica. Complimenti.

    RispondiElimina
  4. ....e con la cacio e pepe non si sbaglia mai! Troppo buona!
    Grazie mille per aver partecipato al contest, ottima ricetta!!

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutte... questa rivisitazione è stata una piacevole scoperta a tavola... e ha messo tutti d'accordo! Crepi il lupo! un abbraccio

    RispondiElimina