mercoledì 25 aprile 2012

FINTI SPAGHETTI (DI PATATE E ZUCCA) ALLA PUTTANESCA

Oggi accetto la sfida di Stéphane che ha lanciato l’ April Fool’s Month Challenge, che dura per tutto il mese di Aprile! In cosa consiste? E’ un contest davvero creativo in cui bisogna cucinare un piatto che sembra una cosa ma che, in verità, è tutt’altro…. Ho pensato un po’ a cosa preparare e alla fine ho deciso! Cosa piace mangiare tanto a noi italiani?? Gli spaghetti!! E’ per questo (insieme a tante altre ricette) che siamo famosi nel mondo. Ecco allora che partecipo al contest con un piatto tipico della cucina romana:

FINTI SPAGHETTI (DI PATATE E ZUCCA) ALLA PUTTANESCA

Ingredienti

Per gli spaghetti:
250 gr. di zucca
350 gr. di patate
timo
maggiorana
olio evo

Per il sugo alla puttanesca:
300 gr. di pomodori
100 gr. di olive nere
1 cucchiaio di capperi
8 acciughe
1 spicchio d’aglio
peperoncino
prezzemolo
sale
olio evo
Preparazione

Preparate il sugo alla puttanesca: tagliate olive, capperi, acciughe a pezzetti e mettete in padella con un filo d’olio, lo spicchio di aglio intero e un po’ di peperoncino e fate saltare per qualche minuto. Aggiungete quindi i pomodori tagliati a pezzi (privati dei semi), aggiustate di sale e fate cuocere per circa un quarto d’ora. Spegnete e spolverate con il prezzemolo tritato.

Pulite la zucca e tagliatele a listarelle per il lungo con un una mandolina. Fate la stessa cosa con le patate sbucciate, cercando di ottenere delle strisce il più lungo possibili (ma non troppo sottili).

Una volta terminata quest’operazione, mettete a bollire, o meglio sbollentare velocemente, in acqua salata, con una spolverata di timo e maggiorana. Scolate e mettete tutto in una scodella e irrorate con un filo d’olio. Distribuite nei piatti di portata e condite con il sugo. Spolverate sopra con il rimanente prezzemolo tritato ed il finto formaggio ovvero con le mandorle tritate. I vostri spaghetti sono pronti ;-)


ENGLISH VERSION

Today I accept Stéphane’s April Fool’s Month Challenge lasting until the end of the month. What is the contest about? It is a funny and creative challenge: you have to prepare a dish that looks like something but is in fact something else.  This means the challenge requires participants to really imagine and prepare a recipe specifically for it. I thought long time about what to prepare and at the end I got it! What do Italians like to eat?? Spaghetti!! It is for spaghetti (along with many other recipes) that we are famous all over the world. So, here I participate to the contest with a typically Roman dish:

FAKE SPAGHETTI (WITH POTATO AND PUMPKIN) ALLA PUTTANESCA

Ingredients

For the spaghetti:
250 gr. pumpkin
350 gr. potatoes
thyme
marjoram
extra virgin olive oil

For the puttanesca sauce:
300 gr. tomatoes
100 gr. black olives
1 tablespoon capers
8 anchovy
1 clove of garlic
black pepper
chili
parsley
salt
extra virgin olive oil

Preparation

First of all pepare the puttanesca sauce: chop olives, capers and anchovies into small pieces and throw them into a pan with a little olive oil, the garlic clove and a little chili, black pepper and let them sautée for a few minutes. Then add the chopped tomatoes (without seeds), add salt too and cook for about a quarter of an hour. Turn off the fire and sprinkle with chopped parsley.

Peel the pumpkin and cut it into long strips with a mandolin. Do the same with the potatoes, trying to make the strips as long as possible (but not too thin). Once you finish this operation, put them to boil, or rather quickly to blanch, in salted water with a sprinkle of thyme and marjoram. Drain and put everything in a bowl and drizzle with oil. Spread in a serving dish and season with the sauce. Sprinkle the top with the remaining chopped parsley and the fake cheese i.e. chopped almonds. Your spaghetti are ready;-)


April Fool’s Month Challenge

2 commenti:

  1. Gnam e gnam che fame... che squisitezza questi spaghetti!
    Cara Gioia, ti rispondo anche qua da te, in merito al mio contest, a me non interessa su quale libro hai preso la ricetta, va benissimo così :-) grazie. Credo che merendasinoira si riferisse a "dover" dire il link nel caso il cui un sito sia coperto da copyright, in modo che i gestori non facciano storie (ma anche qui a me non interessa sapere la fonte..)dunque: per me la tua ricetta è perfetta così com'è! bacioni e grazie!

    RispondiElimina
  2. Grazie, per le delucidazioni Batù, era un libro di cucina siciliana nessun sito! Grazie per la tua gentilezza e baci

    RispondiElimina